Progetti

Titolo del progetto
Popoli, culture e tradizioni: un patrimonio comune per l’Europa del futuro
 

Descrizione

Progetto di rete 2018,  realizzato dai Centri di documentazione europea con il contributo della Rappresentanza della Commissione europea in Italia e con il sostegno delle Università e degli Istituti di ricerca in cui i centri hanno sede.

I CDE italiani, con le iniziative programmate per il Progetto “Popoli, culture e tradizioni: un patrimonio comune per l’Europa del futuro”, vogliono aderire all’Anno europeo 2018 dedicato al Patrimonio culturale. L’arte, nelle sue varie forme espressive, la cultura, le testimonianze etno-antropologiche e le bellezze paesaggistiche costituiscono infatti alcuni dei valori più caratterizzanti dell’Europa unita e possono contribuire in modo inedito al rilancio del progetto europeo. L’importanza del patrimonio culturale ribadisce la centralità dell’identità europea, messa in discussione dalle sfide della globalizzazione e dalle minacce del terrorismo internazionale e l’istituzione di un anno europeo ad esso dedicato, contribuirà a sensibilizzare l’opinione pubblica sulla valenza sociale ed economica del patrimonio culturale e a promuovere l'eccellenza europea nel settore. L’anno europeo 2018 sarà l’occasione per il pieno sviluppo culturale degli Stati membri, al di là delle diversità nazionali e territoriali, evidenziando il retaggio culturale comune, migliorando la conoscenza e la diffusione della cultura e della storia dei popoli europei e favorendo la conservazione e la salvaguardia del patrimonio culturale dell’Europa.

Obiettivi generali del progetto

  • Dare risalto all'Anno europeo 2018, all’interno delle Università e dei Centri di ricerca e di alta formazione italiani, con iniziative sul tema della conoscenza, condivisione, valorizzazione e tutela del patrimonio culturale dell'Europa, pensate sia per gli utenti istituzionali dei CDE (studenti, docenti e ricercatori), sia per gli amministratori pubblici, gli istituti e le imprese culturali, le associazioni di volontariato e il grande pubblico.
  • Approfondire uno o più aspetti legati al patrimonio culturale europeo, secondo diverse prospettive (conservazione e salvaguardia, accesso e fruizione, promozione e turismo sostenibile, integrazione sociale, dialogo interculturale, valenza economica e occupazionale, mappatura e gestione dei beni culturali, ricerca e innovazione, sviluppo di nuove competenze anche digitali, tutela nelle zone di conflitto e traffico illecito dei beni culturali, relazioni culturali tra UE e paesi terzi…), evidenziando le politiche e le best practices europee in questo settore, soprattutto a livello territoriale (ad es. il restauro di monumenti e opere d’arte con fondi europei)
  • Promuovere ove possibile sinergie e percorsi di cooperazione con le altre Reti della Commissione europea in Italia, altri uffici delle strutture ospitanti, le amministrazioni locali, le imprese, il terzo settore e – visto il particolare tema dell’Anno europeo – i musei, le biblioteche, i conservatori di musica, gli istituti culturali e le associazioni non profit per il riuso dei dati in formato aperto.
  • Coinvolgere i giovani e i cittadini negli eventi organizzati dai CDE anche attraverso esposizioni, eventi culturali, campagne promozionali, condivisione di esperienze e buone pratiche, diffusione di informazioni sul patrimonio culturale (anche attraverso Europeana e Wikimedia)
Iniziativa del CDE di Catania
L’iniziativa, proposta in collaborazione con il Coordinatore istituzionale Erasmus dell’università di Catania, intende contribuire alla promozione dell’anno europeo 2018 del patrimonio culturale attraverso il coinvolgimento attivo degli studenti Erasmus+, in mobilità nell’Ateneo catanese nell’A.A. 2018-2019, nella scoperta, conoscenza, narrazione e rappresentazione fotografica del patrimonio culturale, materiale e immateriale, della città, oltre che del patrimonio naturale e culturale del sito Unesco “Le città tardo barocche del Val di Noto”.
L’obiettivo è quello non solo di incoraggiare la partecipazione attiva degli studenti Erasmus alla vita culturale della città e dei siti barocchi della Sicilia Sud-orientale, particolarmente pregevoli per le soluzioni originali e innovative nel campo della pianificazione e progettazione urbanistica, ma anche di veicolare, attraverso la circolazione e condivisione di immagini o audiovisivi, una serie di riflessioni intorno all’idea del patrimonio culturale europeo e dell’identità culturale dei territori come momenti di integrazione, valori e beni collettivi da tutelare, occasioni di esercizio di diritti di cittadinanza e diritti fondamentali nello spazio pubblico.
 
 A tal fine, il CDE di Catania si fa promotore di due iniziative:
 
1)      Un seminario aperto agli studenti Erasmus inteso a presentare l’anno europeo del patrimonio culturale, il ruolo dell’Unione europea nella promozione della cultura e nella promozione del patrimonio culturale europeo, la storia e i caratteri del sito Unesco e l’importanza della partecipazione dei territori e della società civile nella sua amministrazione e valorizzazione. In occasione dell’evento sarà pubblicato e sponsorizzato, anche attraverso i canali web e i social media di ateneo, il contest #CataniaMeetsErasmus PhotoContest 2018: Share your Erasmus with us!, competizione volta a raccogliere e selezionare immagini che rappresentino il patrimonio culturale della città di Catania e del suo sito Unesco. Le foto in gara dovranno essere accompagnate da un titolo e da una breve descrizione. Le tre migliori immagini, selezionate da una giuria, saranno premiate, le 24 foto più belle saranno inserite nel calendario ErasmusUniCT 2019 ed esposte in una mostra fotografica fino a conclusione dell’anno accademico.
 
2)       L'allestimento di una mostra fotografica che raccoglie le immagini dei partecipanti al photocontest. 

 
Responsabile del progetto per il CDE di Catania: Avv. Giovanna Morso, responsabile documentalista del CDE di Catania
gmorso@unict.it

Documentazione

Locandina 

Programma

Foto; Foto; Foto
 

Titolo del progetto 
60 anni di Unione europea: sfide e prospettive per l'Europa di oggi e di domani
 
Descrizione
Progetto di rete 2017 realizzato dai Centri di documentazione europea italiani con il contributo della Rappresentanza della Commissione europea in Italia e con il sostegno delle Università e degli Istituti di ricerca in cui i centri hanno sede.
In occasione della ricorrenza dei 60 anni dei Trattati di Roma, i CDE italiani con il Progetto di rete del 2017 “60 anni di Unione europea: sfide e prospettive per l'Europa di oggi e di domani” non vogliono celebrare il momento costitutivo dell’Unione europea del 25 marzo 1957, ma aderire, con le iniziative programmate, al rilancio e alla divulgazione del processo europeo iniziato 60 anni fa, che in questo momento soffre di “preoccupazione per il riemergere di egoismi, nazionalismi, populismi e xenofobie che la storia sembrava avere superato per sempre …”, come ha affermato il Presidente del Senato, Pietro Grasso, che ha esortato a “rifondare culturalmente e politicamente l'Unione ripartendo dalla nostra comune storia e identità. I principi inscritti nel Trattato sull'Unione non sono frutto di un'opera creativa, ma esprimono il comune e assoluto ripudio per le guerre, le atrocità, le persecuzioni, le offese alla dignità umana che tutti gli europei avevano vissuto".
 
Obiettivi generali del progetto 
1. Realizzare iniziative che promuovano la partecipazione diretta, il pensiero critico e l’interesse attivo dei giovani, dei cittadini europei su attività in essere tramite le sfide affrontate e gli obiettivi raggiunti/mancati;
2. Rafforzare e divulgare la conoscenza del processo dell’Unione europea, valorizzando le azioni e i progetti europei che hanno fornito o possono fornire possibilità di sviluppo del territorio;
3. Fornire esempi di buone prassi, testimonianze e storytelling di giovani relativi all’inclusione, all’internazionalizzazione e a tutte le azioni previste dall’UE per i ragazzi.
 
Iniziativa del CDE di Catania
Dans un esprit de solidarité
Ripensare la solidarietà europea nel tempo della crisi
 
Nell'ambito del progetto "60 anni di Unione europea: sfide e prospettive per l'Europa di oggi e di domani" il CDE dell'Università degli Studi di Catania, in collaborazione con Il Dipartimento di Giurisprudenza e il Laboratorio permanente Coesione  e diritto, ha organizzato il Convegno  Dans un esprit de solidarité. Ripensare la solidarietà europea nel tempo della crisi.
L'incontro si è tenuto l'1 dicembre 2017, a Catania, presso i locali di Villa Cerami del Dipartimento di Giurisprudenza.
 
Responsabile del progetto per il CDE di Catania: Avv. Giovanna Morso
gmorso@unict.it
tel. 095. 230611
 
Documentazione
 

 

Titolo del progetto 
Il nostro mondo, la nostra dignità, il nostro futuro
 

Descrizione
Progetto di rete 2015 realizzato dai Centri di documentazione europea italiani con il contributo della Rappresentanza della Commissione europea in Italia e con il sostegno delle Università e degli Istituti di ricerca in cui i centri hanno sede.
La rete dei CDE si propone per il 2015 di approfondire le tematiche legate all’Anno europeo dello Sviluppo che, con il suo motto “Il nostro mondo, la nostra dignità, il nostro futuro” intende sensibilizzare i cittadini dell’Unione sulle politiche di sviluppo europee, rendendone più trasparenti le finalità, le modalità di erogazione dei finanziamenti e l’individuazione delle aree geografiche che ne beneficiano. 

 

 

Iniziativa del CDE di Catania
Nell'ambito del progetto «Il nostro mondo, la nostra dignità, il nostro futuro» il CDE dell'Università degli Studi di Catania, con la collaborazione del Centro orientamento e formazione d'Ateneo ha organizzato l'evento tenutosi a Catania il 29 maggio 2015 "L’azione esterna dell’Unione europea al servizio dei Paesi in via di sviluppo: obiettivi, progetti, risultati e opportunità per i giovani"
 
Responsabile del progetto per il CDE di Catania: Avv. Giovanna Morso
gmorso@unict.it
095. 8737802
 

Documentazione

 

 

 


Titolo del progetto 
Il mio voto in Europa: la scelta per il mio futuro

Descrizione
Progetto di rete 2014 realizzato dai Centri di documentazione europea con il contributo della Rappresentanza della Commissione europea in Italia e con il sostegno delle Università e degli Istituti di ricerca in cui i centri hanno sede.
La rete dei CDE si è proposta per il 2014 di approfondire le tematiche legate alle elezioni del Parlamento europeo. L'anno 2014, infatti, assume un significato rilevante nella crescita della consapevolezza nelle future generazioni dell'essere cittadini europei, in quanto sarà caratterizzato principalmente:
- dalle Elezioni del Parlamento Europeo;
- dal semestre italiano di presidenza  del Consiglio dell'Unione europea;
- avrà inizio l'attuazione  della nuova strategia di crescita " Europa 2020"  una strategia per una crescita intelligente, sostenibile ed inclusiva;
- sarà attuata la nuova programmazione per l'utilizzo dei fondi diretti (2014 - 2020).

 

 


Iniziativa del CDE di Catania
Nell'ambito del progetto "Il mio voto in Europa: la scelta per il mio futuro" il CDE dell'Università degli Studi di Catania, in compartecipazione con il Comune di Catania e Europe direct di Catania ha organizzato l'evento tenutosi a Catania il 21 maggio 2014 "Giornata della consapevolezza europea".
Responsabile del progetto per il CDE di Catania: Avv. Giovanna Morso 
gmorso@unict.it
095. 8737802
 
Documentazione

Presentazione del Progetto

Programma CDE dell'Università degli Studi di Catania

Mozione finale (Il documento è stato inviato ai seguenti destinatari: Presidenza del Consiglio italiana; Presidenza della Repubblica; Ministero degli Affari esteri; Presidente del Senato; Presidente della Camera; Rappresentanza Permanente d'Italia presso l'Unione europea; Presidente della Commissione europea; Transparency International-Berlino; Transparency International-Italia; Rappresentanza in Italia della Commissione europea (Roma e Milano); Rete nazionale dei CDE. 

FotoFoto

 

 

 

Titolo del progetto
Diritti fondamentali e cittadinanza europea

Descrizione
Progetto di rete 2013  realizzato dai Centri di documentazione europea con il contributo della Rappresentanza della Commissione europea in Italia e il sostegno delle Università e degli Istituti di ricerca in cui i centri hanno sede.
Il progetto della rete italiana dei CDE, dal titolo Diritti fondamentali e cittadinanza europea, attraverso una serie di iniziative tra loro correlate si prefigge lo scopo di evidenziare come la cittadinanza europea sia destinata a divenire lo status fondamentale dei cittadini degli Stati membri, soprattutto dopo che l’entrata in vigore del Trattato di Lisbona ha reso vincolante la carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea e ha aperto la via dell’adesione dell’UE alla Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali.
La rete italiana dei CDE ha proposto dunque una riflessione, all’interno delle Università, a partire da un diritto (o un nucleo di diritti tra loro connessi), avendo riguardo non soltanto ai diritti di partecipazione politica più strettamente connessi alla cittadinanza europea ma, più in generale, a tutti i diritti fondamentali dell’individuo, così come riconosciuti e tutelati dall’Unione.
 
Iniziativa del CDE di Catania
Il CDE dell’Università di Catania ha scelto di approfondire alcune aree tematiche concernenti l’art.15 della carta dei diritti, rubricato  Libertà professionale e diritto di lavorare.
Attraverso tre diverse iniziative, correlate ai tre diversi comma dell’articolo in esame, il CDE  ha inteso avviare una riflessione, innanzitutto,  sul significato che il diritto al lavoro assume su scala europea, in un momento in cui, in ragione della crisi, gli interventi in materia di occupazione sono divenuti una priorità della stessa Unione. Per poi approfondire  alcuni aspetti del diritto al lavoro (e della libertà professionale) più specificamente connessi alla libertà di circolazione e di soggiorno dei cittadini europei nel territorio degli Stati membri. 
 
Responsabile del progetto per il CDE di Catania: Avv. Giovanna Morso 
gmorso@unict.it; 095. 8737802
 
 
Documentazione
 

Programma CDE dell'Università degli Studi di Catania

Locandina

Relazione finale 

Foto 1 Foto 2Foto 3Foto 4

 


 

Rete Nazionale CDE

La Wiki Guida dei CDE italiani

Collaborazione rete nazionale CDE

Risorse e strumenti per gestire un CDE

Vademecum - 2010

 

Progetto intrareti "Il triangolo della conoscenza"

 

La diversità culturale nel processo di integrazione europea

UExte: Percorsi di empowerment per i giovani

 

Collaborazioni internazionali "Pagina in allestimento"